Condizioni di vendita

|Condizioni di vendita
Condizioni di vendita 2018-01-31T09:28:02+00:00

Condizioni generali di vendita

Le presenti condizioni generali di vendita si applicano ai contratti conclusi tra T.C.M. S.r.l. (di seguito “TCM S.r.l.”) – persona giuridica che agisce nell’esercizio della propria attività imprenditoriale – e l’Acquirente, persona fisica o giuridica che agisce per scopi legati alla propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale. 

1. OGGETTO DELLA FORNITURA 

1.1 Le forniture comprendono solo quanto espressamente specificato nelle conferme d’ordine di TCM S.r.l. e sono regolate dalle presenti condizioni. 

1.2 Salvo diversi accordi scritti tra le parti, le presenti condizioni di vendita, note ed accettate dall’Acquirente, si applicano per la fornitura e vendita di allestimenti di veicoli commerciali e industriali, di altri componenti necessari per l’assemblaggio degli allestimenti stessi e di parti di ricambio. 

1.3 Nell’ambito della fornitura di componenti necessari per l’assemblaggio degli allestimenti , TCM S.r.l., qualora si renda necessario, si riserva la facoltà di fornire modelli diversi da quelli richiesti dall’Acquirente qualora questi non siano disponibili, fatto salvo il rispetto delle caratteristiche funzionali delle componenti stesse. 

1.4 Tutti i prodotti allestiti o commercializzati da TCM S.r.l. sono costruiti in conformità alle normative comunitarie (CE) applicabili. Tutti i marchi trattati sono registrati dai rispettivi produttori. Le immagini degli allestimenti pubblicate sul sito internet di TCM S.r.l. ( www.tcmsrl.it) sono a scopo illustrativo e non rappresentano in maniera dettagliata l’oggetto della fornitura. 

1.5 Le parti sono a conoscenza ed accettano che: 

• esse non sono state in alcun modo costrette ad accettare questo contratto ma lo hanno stipulato liberamente; 
• esse non sono state costrette ad accettare alcuna garanzia o altra assicurazione non espressamente incorporata nella conferma d’ordine o nelle condizioni di fornitura. 

1.6 Su ogni fornitura nuova TCM S.r.l. riconosce una garanzia di 24 mesi. Sulle parti di ricambio nuove è attiva la garanzia del produttore. Non è riconosciuta garanzia su fornitura di parti o ricambi usati o ricondizionati. Non è riconosciuta garanzia per danni a terzi causati da colpa dell’utilizzatore o da uso improprio dell’allestimento. 

2. ACCETTAZIONE DELLA FORNITURA 

2.1 Le offerte redatte da TCM S.r.l. hanno carattere puramente indicativo e non vincolante se non seguite da conferma d’ordine di TCM S.r.l..

2.2 Eventuali modifiche, riduzioni od aggiunte agli ordini già confermati da TCM S.r.l. non saranno validi se non fatti risultare per iscritto e successivamente riconfermati da TCM S.r.l., mediante emissione di nuova conferma d’ordine che annulli e sostituisca la precedente. 

2.3 La portata del mezzo eventualmente indicata nel preventivo-offerta e/o nella conferma d’ordine ha carattere indicativo e non impegnativo, in quanto il dato esatto diviene disponibile solo dopo il collaudo. 

2.4 L’accordo sulla fornitura si intende definitivamente accettato da TCM S.r.l. solo al momento della ricezione da parte di TCM S.r.l. della conferma d’ordine sottoscritta per accettazione da parte dell’Acquirente. Il contratto si considera concluso in tale momento. 

3. CONSEGNA 

3.1 La consegna, ai sensi dell’art. 1510 del Codice Civile, si intende convenuta presso la sede di TCM S.r.l. ed eseguita all’atto del ritiro del veicolo da parte dell’Acquirente o di un suo delegato, salvo quanto diversamente previsto dalla conferma d’ordine. 

3.2 In caso di consegna del veicolo effettuata da personale di TCM S.r.l. presso la sede del cliente, TCM S.r.l. declina ogni responsabilità per eventuali danni all’allestimento dovuti a malfunzionamenti del veicolo e non riconducibili al comportamento del personale di TCM S.r.l. 

3.3 L’Acquirente o un suo delegato, al momento del ritiro o della consegna dei veicoli presso la destinazione finale, è tenuto a controllare l’allestimento e siglare il modulo previsto. L’Acquirente dovrebbe pertanto assicurarsi di inviare personale con adeguata competenza ed esperienza. 

3.4 Avvenuta la consegna, ai sensi dell’art. 1523 c.c., tutti i rischi sul prodotto fornito si trasferiscono in capo all’Acquirente. 

3.5 Se, una volta approntato l’allestimento, la consegna non avviene per fatto indipendente dalla volontà di TCM S.r.l., la consegna si intende ad ogni effetto eseguita – ai fini del rispetto dei termini di consegna e di quanto previsto dal successivo punto 4 – con semplice avviso di “merce pronta” all’Acquirente. 

4. TERMINI DI CONSEGNA 

4.1 Gli allestimenti approntati nei termini concordati saranno consegnati secondo quanto indicato al punto 3 e fatturati presso la sede indicata dall’Acquirente nell’ordine di acquisto/conferma d’ordine. 

4.2 La fattura sarà emessa nel mese in cui viene effettuato il collaudo. In alcuni casi ciò potrebbe non coincidere con la data di consegna. 

4.3 Le date di consegna, se previste nella conferma d’ordine corrispondono:

  • in caso di consegna presso la sede di TCM S.r.l. alla data in cui gli allestimenti saranno disponibili per il collaudo presso la Motorizzazione Civile (MCTC) o per il ritiro da parte dell’Acquirente, in caso di collaudo MCTC non necessario; 
  • in caso di organizzazione del servizio di trasporto di una parte di ricambio da parte di TCM S.r.l., con addebito delle spese all’Acquirente, alla data di consegna del prodotto al vettore o al corriere, fatto salvo quanto previsto al punto 3.5.
  • in caso di consegna del veicolo allestito da parte di TCM S.r.l., con eventuale addebito delle spese all’Acquirente, alla data di consegna del veicolo al cliente, fatto salvo quanto previsto al punto 3.5.
  • La scelta tra le due modalità di consegna sarà indicata nella conferma d’ordine inviata da TCMS.r.l.. 

 

4.4 I tempi di consegna si intendono cumulativi nel caso di ordini multipli: il tempo di rea lizzazione di ciascun allestimento va aggiunto al tempo di realizzazione dell’allestimento precedente. 

4.5 I termini di consegna si intendono automaticamente prorogati qualora l’Acquirente non adempia puntualmente agli obblighi contrattuali (fatta salva la facoltà di TCM S.r.l. di risolvere il contratto di cui al successivo punto 9) ed in ogni caso qualora si verifichi una delle seguenti circostanze:

  • i pagamenti non vengano effettuati puntualmente; 
  • l’Acquirente non fornisca in tempo utile tutti i dati necessari all’esecuzione dell’allestimento e non dia prontamente l’approvazione di schemi o disegni ove sia richiesto da TCM S.r.l.; 
  • l’Acquirente richieda delle varianti durante l’allestimento della fornitura; 
  • l’Acquirente, in caso di ordini multipli, st abilisca priorità di realizzazione e consegna diverse dall’ordine di arrivo dei veicoli da allestire;
  • l’Acquirente non fornisca in tempo utile il veicolo sul quale realizzare l’allestimento; 
  • l’Acquirente non fornisca in tempo utile eventuali materiali di sua fornitura necessari al completamento dell’allestimento; 
  • la dilazione della consegna sia dovuta a cause di forza maggiore ( per esempio: scioperi di fornitori, impraticabilità delle strade, calamità naturali, eventi socio–politici, ecc.); 
  • l’Acquirente non sia ancora provvisto della necessaria documentazione prevista per leggi o regolamenti per procedere all’allestimento. 

4.6 I termini di consegna indicati nel preventivo/offerta saranno prorogati di un numero di giorni pari al ritardo dell’Acquirente nell’inoltrare la conferma d’ordine. 

4.7 Nei casi sopra richiamati, TCM S.r.l. si riserva la facoltà di destinare i Prodotti a clienti terzi, senza che ciò possa essere considerato un inadempimento contrattuale da parte di TCM S.r.l. e senza che ciò comporti obbligo di risarcimento degli eventuali danni subiti dall’Acquirente. 

4.8 Nei casi sopra richiamati, la determinazione della nuova data di consegna sarà ad esclusiva discrezione di TCM S.r.l., in base alle proprie esigenze interne di produzione o di approvvigionamento di materiali. 

4.9 I veicoli allestiti possono essere consegnati da TCM S.r.l. in anticipo rispetto alla data stabilita, previo consenso dell’Acquirente. 

4.10 Nel caso di ritardato ritiro o ritardata consegna dei veicoli per fatto imputabile all’Acquirente, TCMS.r.l. si riserva di addebitare all’Acquirente le spese di rimessaggio, custodia e assicurazione relative al veicolo finito. 

4.11 TCM S.r.l. non potrà essere ritenuto responsabile per mancati ricavi e/o perdite di produzione dovute a ritardo nella consegna e, in tal senso, l’acquirente non potrà avanzare richieste di risarcimento danni. 

5. PENALI PER MANCATO RITIRO 

5.1 Qualora TCM S.r.l. abbia comunicato per iscritto all’Acquirente che i veicoli sono pronti per la consegna e entro i 10 (dieci) giorni successivi alla ricezione di tale comunicazione da parte dell’Acquirente, quest’ultimo non li abbia ritirati o comunque non abbia reso possibile la loro consegna per causa ad esso imputabile, l’Acquirente sarà tenuto, per ogni settimana di ritardo successiva al 10° (decimo) giorno dalla ricezione della suddetta comunicazione, al pagamento di una penale di importo pari al 5% (cinque per cento) del valore dei Prodotti non consegnati, fino alla concorrenza massima dell’importo pari al 20% (venti per cento) del valore dei prodotti non consegnati. 

5.2 Dopo il 31° (trentunesimo) giorno dalla ricezione della suddetta comunicazione da parte dell’Acquirente senza che quest’ultimo abbia provveduto a prendere in consegna i Prodotti, TCM S.r.l . potrà dichiarare risolto il contratto ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1456 c.c., trattenendo a titolo di penale gli importi fino a quel momento eventualmente versati dall’Acquirente, fino alla concorrenza massima dell’importo pari al 20% (venti per cento) del valore dei prodotti non consegnati, e riservandosi il diritto di richiedere il risarcimento dei maggiori danni causati dall’inadempimento dell’Acquirente. 

6. PREZZI 

6.1 I prezzi dei Prodotti sono quelli indicati nella conferma d’ordine eme ssa da TCM S.r.l. e sottoscritta per accettazione dall’Acquirente. 

6.2 I prezzi indicati nella proposta d’ordine sono validi 30 giorni, se non diversamente specificato. 

6.3 I prezzi si intendono netti IVA esclusa, franco stabilimento TCM S.r.l., se non diversamente indicato nella conferma d’ordine. 

6.4 Se non specificato espressamente, nella conferma d’ordine non sono indicati gli eventuali costi per il ritiro dalla sede del cliente del veicolo da allestire. 

6.5 Se non specificato espressamente, nella conferma d’ordine non sono indicati i costi per la consegna del veicolo allestito presso la sede del cliente. 

6.6 Qualora vengano pattuite consegne di parti di ricambio presso la sede del cliente, il relativo costo del trasporto, unitamente al costo dell’assicurazione sui prodotti da consegnare, sarà preventivamente indicato nella conferma d’ordine e conseguentemente addebitato all’Acquirente in fattura. 

6.7 TCM S.r.l. si riserva la facoltà di modificare i prezzi in funzione di aumenti del costo delle mate rie prime e dei trasporti, delle tariffe salariali, delle imposte e delle tasse, ecc., salvo il diritto dell’Acquirente di recedere dal contratto qualora il prezzo finale sia superiore al 10% del prezzo originariamente concordato. 

7. MODALITÀ DI PAGAMENTO 

7.1 I pagamenti devono essere effettuati entro le scadenze previste nella conferma d’ordine inviata da TCM S.r.l.; sono accettati pagamenti tramite bonifico bancario, ricevuta bancaria , apertura di credito, contanti (fino ai limiti stabiliti per legge) o assegno non trasferibile. Non sono accettati altri metodi di pagamento. 

7.2 I pagamenti dovranno essere accreditati esclusivamente sulle coordinate bancarie di TCM S.r.l. , indicate nella conferma d’ordine, o corrisposti ad incaricati di TCM S.r.l. autorizzati a riscuotere e quietanzare. 

7.3 In caso di pagamento tramite ricevuta bancaria, verrà addebitato l’importo di € 3,00 (euro tre/00cent) per le spese di incasso. 

7.4 Per importi inferiori a € 30,00 è previsto un addebito di ulteriori € 10,00 per spese di gestione della fatturazione.

7.5 Salvo diversi accordi, tutti i pagamenti si intendono effettuati in Euro (€). 

8. RITARDO NEI PAGAMENTI 

8.1 In caso di ritardato pagamento, a partire dal 10° (decimo) giorno di ritardo rispetto alla scadenza indicata in fattura, TCM S.r.l. si riserva il diritto di aumentare l’importo dovuto, senza necessità di comunicazione scritta, degli interessi di mora al saggio legale. 

8.2 In caso di mancato pagamento entro il 10° (decimo) giorno dal momento in cui esso è dovuto di una sola rata, purché eccedente l’ottava parte del prezzo concordato, TCM S.r.l. avrà il diritto di risolvere il contratto e di provvedere immediatamente al ritiro dei Prodotti già consegnati, trattenendo le somme già percepite a titolo di indennità, fino ad una somma pari al 20% del prezzo originariamente concordato, restituendo l’eventuale eccedenza. Resta salvo il diritto di TCM S.r.l. al risarcimento dei maggiori danni causati da inadempimenti dell’Acquirente. 

9. ANNULLAMENTO ORDINE – SOSPENSIONE ORDINE 

9.1 Nel caso di pagamento di anticipo da versare da parte dell’Acquirente al momento della conclusione del contratto così come definita all’articolo 2.3, TCM S.r.l. si riserva il diritto, senza che possa essere riconosciuta alcuna somma a favore dell’Acquirente a titolo di penale o di risarcimento danni, di annullare l’ordine qualora questi ritardi il pagamento dell’anticipo oltre i dieci (10) giorni dalla data di sottoscrizione della conferma d’ordine. 

9.2 In qualunque momento l’esecuzione della fornitura potrà essere sospesa da parte di TCM S.r.l. in caso di mutamento delle condizioni patrimoniali dell’Acquirente ai sensi ed agli effetti dell’art. 1461 del Codice Civile o in caso di ritardato pagamento di una o più rate previo avviso all’Acquirente. 

10. RISERVA DI PROPRIETÀ 

10.1 TCM S.r.l. conserva la proprietà sugli allestimenti e sui prodotti forniti fino all’integrale pagamento del prezzo, degli interessi di mora e degli altri importi eventualmente dovuti ad altro titolo. 

10.2 Qualunque atto dell’Acquirente che, all’infuori di esplicito consenso scritto, arrechi pregiudizio al diritto di proprietà di TCM S.r.l., comporterà l’obbligo dell’Acquirente di risarcire integralmente i danni cagionati. 

10.3 L’Acquirente non ha il diritto di costituire garanzie reali o in generale di dare in garanzia di un proprio debito un allestimento o un prodotto ancora di proprietà di TCM S.r.l.. Nel caso in cui lo faccia, tutte le somme di denaro ancora dovute a TCM S.r.l. diventeranno immediatamente esigibili. 

10.4 In caso di rivendita dei veicoli allestiti o dei prodotti a terzi sub-acquirenti l’Acquirente originario è comunque tenuto ad informare la terza parte della riserva di proprietà di TCM S.r.l. su gli allestimenti o sui prodotti oggetto della vendita. 

11. DATI TECNICI 

11.1 TCM S.r.l. si riserva il diritto di apportare in qualunque momento modifiche inerenti alle caratteristiche tecniche degli allestimenti e dei prodotti che ritenesse convenienti o opportune, idonee a migliorare la qualità e/o la sicurezza del prodotto, senza preavviso. 

11.2 Qualora l’Acquirente proponga delle modifiche tecniche a quanto previsto da TCM S.r.l. nell’offerta, nella conferma d’ordine o nei disegni presentati, dovrà esistere pieno accordo scritto delle parti sulle variazioni che tali modifiche dovessero apportare sui prezzi e sul periodo di consegna precedentemente stabiliti. 

11.3 Salvo indicazioni contrattualmente stabilite, T.C.M. S.r.l. esegue le saldature seguendo procedure interne in riferimento alle seguenti norme internazionali: ASME sez. IX, UNI EN ISO 15607, UNI EN ISO 3834-2. Qualora il Cliente richieda sistemi o metodi non previsti dalle norme citate, è invitato a segnalarlo preventivamente. 

12. PROPRIETÀ INTELLETTUALE 

12.1 TCM S.r.l. si riserva i diritti, il titolo e la proprietà intellettuale su documenti, disegni , prototipi e campionature forniti all’Acquirente. L’Acquirente non potrà cederli a terze parti senza autorizzazione scritta di TCM S.r.l. e dovrà trattare le informazioni ricevute con la massima riservatezza. 

13. CONTROVERSIE 

13.1 Qualsiasi contratto concluso da TCM S.r.l. è disciplinato dalla vigente legislazione italiana. 

13.2 Se una qualsiasi clausola delle condizioni di vendita venisse considerata invalida, inapplicabile o illegale, la validità, applicabilità e legalità delle rimanenti clausole non sarà in alcun modo inficiata. 

13.3 Tutte le comunicazioni dovranno essere inviate all’indirizzo della sede legale di TCM S.r.l.. Saranno considerate consegnate quando perverranno a TCM S.r.l. brevi manu, via fax, tramite corriere o servizio postale con ricevuta di consegna, a mezzo e-mail. 

13.4 Per qualsiasi controversia relativa ai contratti conclusi da TCM S.r.l., alla loro interpretazione e/o alla loro esecuzione, è esclusivamente competente il foro di residenza dell’Acquirente. 

13.5 Le eventuali contestazioni circa gli allestimenti o i prodotti non dispensano l’Acquirente dall’osservare le condizioni di pagamento, i termini contrattuali ed ogni altra disposizione prevista dal presente documento. 

13.6 Le spese di contratto, l’eventuale sua registrazione e l’eventuale trascrizione sono a carico dell’Acquirente.


Condizioni particolari di vendita 

ALLESTIMENTI IN GENERALE 

TCM S.r.l. fornisce a corredo il manuale d’uso e manutenzione in lingua italiana. Il manuale è da considerare come parte integrante dell’allestimento, deve essere conservato in modo tale che sia sempre disponibile per la consultazione nei pressi dell’allestimento. Va custodito in luogo protetto e asciutto lontano da intemperie. Eventuale formazione fornita da TCM per l’uso dell’allestimento non è da intendersi sostitutiva di quella che il Datore di Lavoro deve erogare ai fini di quanto disposto dal D.Lgs 81/08 e s.m.i. 

L’allestimento fornito decade da garanzia se non sono effettuati i dovuti controlli previsti dal manuale d’uso, oppure se il costruttore richiede la sostituzione, a proprie spese, di un pezzo potenzialmente difettoso ed il cliente non si presenta per la sostituzione di tale pezzo entro un tempo ragionevolmente breve. 

Sull’allestimento sono riconosciuti dodici mesi di garanzia. Per dettagli fare riferimento alle “ Condizioni generali per la riparazione”. 

SPONDE CARICATRICI E GRU 

A corredo dell’allestimento viene fornito il manuale d’uso e manutenzione come casa costruttrice del dispositivo. Eventuale formazione fornita da TCM per l’uso della sponda o della gru non è da intendersi sostitutiva di quella che il Datore di Lavoro deve erogare ai fini di quanto disposto dal D.Lgs 81/08 e s.m.i. 

La sponda caricatrice o la gru decadono da garanzia se non sono effettuati i dovuti controlli previsti dal manuale d’uso, oppure se il costruttore richiede, a proprie spese, la sostituzione di un pezzo potenzialmente difettoso ed il cliente non si presenta per la sostituzione di tale pezzo entro un tempo ragionevolmente breve. 

Per le sponde caricatrici e per le gru TCM riconosce la garanzia dei rispettivi costruttori (vedere “condizioni generali per la riparazione”). 

Per l’installazione di sponde caricatrici e gru, i tempi di consegna indicati nella conferma d’ordine sono da intendersi come puramente indicativi; la data di consegna sarà confermata o modificata dopo che il veicolo sarà stato consegnato a TCM e, conseguentemente, dopo che TCM avrà avuto la possibilità di effettuare le misurazioni e verifiche tecniche necessarie per l’installazione. 


Condizioni generali per la riparazione

R1.1 Il rientro del veicolo per la riparazione deve essere preventivamente autorizzato da TCM S.r.l. 

Il rientro può essere richiesto per:

  • riparazione (o sostituzione) in garanzia di allestimenti realizzati da TCM S.r.l. 
  • riparazione (o sostituzione) in garanzia di macchine, accessori e dispositivi, installati da TCM S.r.l. o da terzi e per i quali TCM S.r.l. è concessionario
  • riparazione fuori garanzia di allestimenti realizzati da TCM S.r.l. o da terzi. 

R1.2 La richiesta di rientro in garanzia deve essere inoltrata entro e non oltre la scadenza della garanzia stessa. Il cliente dovrà denunciare il difetto di conformità o il vizio dell’allestimento entro tre giorni da quando lo ha rilevato o avrebbe dovuto rilevarlo. 

R1.3 La garanzia decade per manomissione o uso improprio dell’allestimento, utilizzo di ricambi non originali, riparazioni effettuate da officine indipendenti in modo non corretto, eventuali scadenze di manutenzione non rispettate. 

R1.4 L’allestimento rientrato per la riparazione in garanzia verrà controllato dal Responsabile di Reparto competente, che deciderà, a seconda delle circostanze e secondo le indicazioni del produttore della parte riconosciuta difettosa, se procedere alla sua riparazione o alla sostituzione parziale o totale. 

R.1.5 Il Cliente deve esibire il libretto di circolazione, il documento d’identità ed i recapiti telefonici dell’intestatario del veicolo. Salvo interventi in garanzia, di norma è previsto un acconto alla lavorazione del 25% del costo totale dell’intervento, salvo diversi accordi fra le parti. 

R1.6 Le riparazioni fuori garanzia si saldano al ritiro o alla consegna del veicolo, salvo accordi diversi. TCMsi riserva di esercitare i diritti previsti dall’art. 2756 del codice civile. 

R1.7 Nel caso in cui il Cliente decida di ritirare il veicolo prima del termine delle riparazioni, verrà fatturato il lavoro svolto fino a quel momento. TCM S.r.l. si riserva inoltre di trattenere, del tutto o in parte, la cifra versata a titolo di acconto a copertura delle spese sostenute per l’acquisto di parti ordinate e non ancora installate, fatta salva l’eventuale ulteriore somma dovuta dal Cliente a TCM S.r.l. a titolo di risarcimento danni. 

R1.8 Nel caso in cui il cliente decida di rinunciare alla riparazione, eventuale materiale specificatamente ordinato verrà comunque fatturato anche se non ancora installato. 

R.1.9 Per le riparazioni fuori garanzia viene emesso preventivo scritto solo se esplicitamente richiesto dal cliente. La durata del preventivo è di 30 giorni, oltre tale termine il preventivo non è più valido. In caso di non accettazione del preventivo, è previsto un addebito minimo di 35€ per le spese di elaborazione del preventivo. L’importo del preventivo potrebbe subire variazioni anche dopo l’accettazione dello stesso: variazioni entro il 20% dell’importo non saranno comunicate, in caso diverso verrà inviato un nuovo preventivo a sostituzione del precedente. I termini di consegna eventualmente indicati nel preventivo sono da intendersi “indicativi” e in nessun caso possono essere avanzate richieste di danni. 

R 1.10 Le spedizioni di soli ricambi da installarsi a cura del cliente sono a carico di TCM solo nel periodo di garanzia. TCM S.r.l. utilizza corrieri nazionali e la merce viaggia a rischio del cliente. Non sono accettati reclami se il cliente non pone la clausola di riserva al ricevimento della merce. La richiesta di sostituzione per errato ordine deve pervenire entro 10 giorni dal ritiro della fornitura. Le spese di spedizione per sostituzione della merce, in caso di ordini errati, sono a carico del cliente. Non sarà possibile richiedere nessun tipo di rimborso o restituzione di denaro per ordini errati. 

R1.11 La garanzia per i pezzi sostituiti o riparati decade sei mesi dopo la sostituzione o, se questo termine è antecedente alla scadenza di garanzia, si applica il previsto termine di garanzia. Non è prevista garanzia per gli interventi di sola manodopera oppure per l’impiego di ricambi forniti dal cliente. 

R.1.12 In caso di danneggiamenti dovuti all’impiego di ricambi forniti dal cliente che dopo il montaggio si rivelano difettosi, non può essere addebitata alcuna responsabilità a TCM S.r.l. degli eventuali danni.